WEB-PAROLE.IT
Google
Web
Nel Sito

Titolo
Aforismi (7)
Concorsi (5)
Criticando... (6)
Eventi (40)
Giallo-Nero (23)
Monologhi? (27)
MOSTRA D'ARTE (1)
Narrativa (35)
Poesia (357)
Saggi-altro (53)
Under14 (6)

Gli Articoli più letti

Titolo
Dipinti (27)
Foto (19)
Grafica (28)
Sculture (1)

Le Opere più viste

Titolo
Il web al femminile

Affitto e vendita case

Titolo
Autori
Copyright


Storico per mese:


Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
\\ Home Page : Articolo WEB-PAROLE.IT - Mandala 2

Mandala 2

Di Angela Bonora (del 02/06/2005 @ 17:27:59, in Saggi-altro, linkato 1318 volte)


Vi siete preparati per il Sogno?
Il primo mandala che vi ho inviato era quello preparatorio, il numero 1: il mandala di preparazione, che io ho colorato per voi.
Per personalizzarlo vi consiglio, riproducete le linee del disegno e poi coloratelo voi con le tinte che vi piacciono di più.
Ora ne debbono seguire altri 4:
- il mandala chiave
- il mandala della scelta del sogno
- il mandala sogno
- il mandala ricordo del sogno.


Non sempre ricordiamo i sogni. Oppure ci svegliamo ed abbiamo dei frammenti di sogno e ci sforziamo di ricostruire quello che durante la notte ci ha o gratificato o impaurito.

Durante il giorno il nostro io immagazzina tanti impulsi, tante immagini, tante sensazioni, spesso inconsapevolmente.
Durante il sonno si svolge una azione in un certo senso contraria o meglio di selezione e riordino.
Se durante il giorno noi percepiamo oggettivamente ciò che ci circonda e ci sforziamo di essere logici e ragionevoli, nel momento stesso che ci abbandoniamo al sonno il nostro inconscio rielabora le informazioni.
I nostri sensi, la nostra psiche sono il cancello che si apre ad acquisire gli impulsi del giorno per coordinarli secondo il nostro io più nascosto, ma anche più vero.

Il sogno, nel momento stesso che si forma, ci dà l’immagine di questo personalissimo modo di percepire l’esterno che ci circonda e di aumentare la nostra conoscenza con messaggi non sempre, al primo momento, interpretabili.
Ricordare un sogno è acquisire nuova conoscenza, al di fuori di vincoli esterni.
L’uso di mandala, come altre tecniche di concentrazione quali lo yoga, ci permette di interagire positivamente con la nostra psiche .

Prima di dormire siete soliti bere un bicchiere di latte zuccherato per rilassarvi, beh, il mandala di preparazione al sogno vi rilasserà e vi aiuterà a rigenerare la mente e il corpo per prepararlo al riposo.
Vi ho detto di prepararvi un mandala con colori personali, perché essi vi accompagneranno durante il sonno.
Per ben ricordarli sfiorate il disegno e fissatelo per trattenerlo nella mente.

Alcuni dicono che per ogni mandala sono utili non meno di quattro sere di seguito per poi passare al successivo.
In totale non meno di venti sere per aver un buon risultato.
Io personalmente dopo due o tre giorni di concentrazione sarei già pronta a lasciare andare tutto …addio ai miei sogni. A parte il fatto che io sogno moltissimo e non mi mancherebbe che questa tecnica di rilassamento al sogno, per svegliarmi poi più frastornata che mai… Ogni individuo ha i propri tempi di reazione.

Comunque un fatto è certo: vi dovete rilassare, un buon metodo è la posizione supina yoga e la respirazione addominale lenta[1].
Il battito del vostro cuore rallenterà e senza accorgevene, pian piano farete l’inventario del vostro corpo, all’esterno e all’interno, meglio se ad occhi chiusi.
Quando secondo voi siete pronti, cioè sufficientemente rilassati, allora passate all’esercizio della visualizzazione del disegno partendo dal punto centrale, che è in tutti è sempre di colore blu.
Se chiudete gli occhi il disegno vi accompagna e pian piano vi addormenterete.

Ecco qui sotto in sequenza gli altri mandala e….buoni, buonissimi sogni!

2-Mandala chiave (apre il cancello dei sogni)
mandala chiave











 

 

 

 

 

3- Mandala scelta del sogno
scelta sogno








 

 

 

 

 

 

4- Mandala del sogno
sogno






 

 

 

 

 

 

 

5- Mandala del ricordo del sogno

ricordo sogno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[1] La respirazione addominale consiste nel riempire lentamente l’addome con l’aria che inspirate, trattenere un attimo il respiro e poi lentamente espirare sino a svuotare lentamente l’addome e contrarlo. Le prime volte sarà  un po’ difficile perché normalmente respiriamo riempendo e svuotando i polmoni. Attenzione il punto di cambio tra ispirazione ed espirazione non deve essere troppo lungo, contate sino a tre, non di più. Bisogna …pur respirare per vivere, no?

 

I disegni dei mandala riportati sono di Mandala, ritrova il TE spirituale, di Gisèle Melluso ed. Demetra  la colorazione è ispirazione di Angela



Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
© Copyright 2004-2011 - Tutti i diritti sono riservati.                                                                Io uso dBlog 1.4 ® Open Source PRIVACY POLICY