WEB-PAROLE.IT
Google
Web
Nel Sito

Titolo
Aforismi (7)
Concorsi (5)
Criticando... (6)
Eventi (40)
Giallo-Nero (23)
Monologhi? (27)
MOSTRA D'ARTE (1)
Narrativa (35)
Poesia (357)
Saggi-altro (53)
Under14 (6)

Gli Articoli più letti

Titolo
Dipinti (27)
Foto (19)
Grafica (28)
Sculture (1)

Le Opere più viste

Titolo
Il web al femminile

Affitto e vendita case

Titolo
Autori
Copyright


Storico per mese:


Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
\\ Home Page : Articolo WEB-PAROLE.IT - Gabry C: Buffalo Bill’s Wild West Show

Buffalo Bill’s Wild West Show - Di Gabry C

Di Autori vari (del 16/03/2006 @ 13:53:11, in Saggi-altro, linkato 2519 volte)

Buffalo Bill’s Wild West Show


Oggi nevica, spero sia solo un “errore”, siamo a metà marzo! Per passatempo ho rovistato in un vecchio baule e, tra le mille cose, ho trovato alcune foto antiche, due in particolare hanno colpito la mia attenzione: riguardano il “Buffalo Bill’s Wild West Show” del 1906, le ho trovate interessanti, mi sono documentata e ve le propongo.

Il “Buffalo Bill’s Wild West Show“, fu un imponente spettacolo circense all’aperto, ideato da Buffalo Bill nel 1883 e fino al 1916 ebbe enorme successo non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa.
Nel 1906 giunse in tournée in Italia, per la seconda volta, con oltre mille uomini e cinquecento cavalli al seguito. Le foto pubblicate risalgono appunto a questo anno. Durante lo show, si potevano apprezzare scene western: prove di destrezza con armi, assalti alla diligenza, cattura con il lazo di banditi e cavalli selvaggi… rappresentate da veri cowboys e pellirosse (o meglio Indiani d’America), fra i quali nientemeno che il leggendario, grande capo Sioux, Toro Seduto. Vi partecipava inoltre, Annie Oakley, famosa tiratrice con il fucile.

Buffalo Bill  con questo spettacolo, che raccontava la sua vita avventurosa e dove lui stesso si esibiva in virtuosismi a cavallo, divenne presto famoso nel mondo, un vero mito.

Il colonnello William Frederick Cody (Scott County, Iowa 26 febbraio1846 - Denver, Colorado 10 gennaio1917), meglio noto come Buffalo Bill, impiegò la sua vita in numerose attività: pony express, scout (esploratore), soldato, cacciatore di bisonti ( buffalos in americano), attore, impresario teatrale…

Alla morte del padre nel 1857,  a soli  11 anni, iniziò a lavorare come porta messaggi a cavallo nel Kansas per l’agenzia Pony Express, trasporto merci e posta, sorta dalla Russell, Major and Waddell.

Dopo aver servito nella guerra civile, 1861-65, lavorò per l’Esercito US da civile come esploratore e porta ordini. Dal 1867-68, sotto la Union Pacific Railroad, fece il cacciatore di bisonti per procurare il cibo dei lavoratori della ferrovia, in 8 mesi riuscì ad abbattere 4.280 bisonti e divenne il campione dei cacciatori delle Pianure, da qui il soprannome.

Vista  la sua conoscenza del territorio e delle piste degli Indiani oltre il suo coraggio e tenacia, fu richiesto dagli ufficiali al comando sui campi di battaglia come esploratore e guida del  V Cavalleria US, contribuendo così all’intenzione del governo di annientare la resistenza indiana all’intrusione dell’Uomo Bianco nei vasti territori del West, ad ovest del Fiume Mississippi ( 1868-76). Fu insignito della Medaglia d’Onore nel 1872, ma  gli fu revocata nel 1916, ad un anno dalla morte, per il fatto di non essere un ufficiale o un soldato regolare, malgrado fosse colonnello degli esploratori.
In tutto, Cody, combattè ben 16 scontri contro gli Indiani.

Con la notorietà acquisita divenne oggetto di romanzi e leggende. Nel 1872 Ned Buntline, famoso scrittore che gli aveva dedicato parecchi lavori, lo convinse a diventare l’interprete per la versione teatrale dell’opera “The Scouts of the West” (Gli Esploratori dell’Ovest). Sebbene il suo modo di recitare non fosse raffinato, divenne famoso e ricercato per il suo modo di fare e la sua grande ironia nel presentare se stesso. Durante le pause estive delle 11 stagioni teatrali, continuava a  fare la guida in partite di caccia per i ricchi e la nobiltà straniera ed europea che andavano verso il West.

Nel 1883 il colonnello William Frederick Cody, creò uno spettacolo sul selvaggio west che divenne il “Buffalo Bill’s Wild West Show” e contemporaneamente debuttò il “Congress of Rough Riders of the World” (Congresso dei Rudi Cavalieri del Mondo).

Vissuto in uno scenario di immense praterie, pellirosse, cavalli selvaggi e bisonti, dove realtà e leggenda si confondevano, Buffalo Bill  è diventato, si può dire, l’icona del far west. A tal proposito ha contribuito in modo rilevante il cinema con numerosi film, se ne contano ben 53 dove l’eroe del west più rappresentato viene raccontato, tra questi:
“La conquista del West” (1936) di Cecil B. de Mille
“Buffalo Bill” (1944) di W. Wellmann

La leggenda di Buffalo Bill ci viene trasmessa anche dalla canzone, ricordo Francesco de Gregori, noto cantautore, che ha realizzato nel 1976 quello che considera il suo album più bello, "Buffalo Bill".


                Buffalo Bill’s Wild West Show  

 

Rif. bibliografico: Encyclopedia Britannica: Micropædia, alla voce: Cody, William

 



Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
© Copyright 2004-2011 - Tutti i diritti sono riservati.                                                                Io uso dBlog 1.4 ® Open Source PRIVACY POLICY