\\ Home Page : Articolo : Stampa

Ciao Marina

Di Luca Hack (del 06/08/2007 @ 06:56:37, in Criticando..., linkato 1661 volte)



 beh come vedi sono qui, metto su musica, vediamo un po’ cosa scegliere,
ho aperto qualche poesia a caso, un po’ per capire l'atmosfera e un po’ per curiosità,
beh sei come pensavo una gran persona, allora ci vuol musica speciale da
abbinare, aspetta vediamo un po’, andiamo sulla classica, vediamo un po’
qualcosa di alternativo forte e moderno ma che faccia anche da
colonna
sonora alla lettura, vai Tchaichosky e la notte buona per te, concerto per piano e orchestra n.1 op.23...

cavolo non funziona il lettore cd, allora brani musicali così a caso nel mio computer....

allora comincio a leggere, ecco il criterio: leggo una prima volta e
cerco di abbinare una canzone, poi do giudizio sincero, diciamo da 1 a 10,
come ti avevo detto. Bene cominciamo.

Più nulla da dire

Musica direi David Bowie, Ryuichi Sakamoto,
Merry Christmas, Mr. Lawrence
(colonna sonora film Furyo).
Momento triste quando l'hai scritta? pensieri veloci - credo che non fosse un bel giorno - quando la mente gira a mille e fruga nei ricordi di una
vita
vissuta - l'arca del tempo - il frugare nei ricordi alla ricerca di
qualcosa aspettando un capolinea, un punto d'arrivo, direi un posto dove
i pensieri possano riposare, dove il passato lasciato alle spalle non sia
rimpianto ma dolce ricordo di vita vissuta, sì direi la ricerca di un
capolinea dove trovare risposte,
dove
il futuro sia futuro,
amore sia amore,
vita sia vita.

Beh mi piace, me la sento anche mia,voto: 9


Giorno di pioggia 

 Musica vediamo un po', Pink Floyd:Wish you were here

Io avrei detto: Con il caldo grigio dell'inverno che avanza, anzi direi
che
mi piace di più caldo grigio perché rompe il ritmo delle prime tre
righe e
dà all'inverno anche grande speranza.
Nella mente mi vien da pensare alla vita e alla morte, la vita come un filo
leggero e la morte che chiama in lontananza, la paura del domani
e che la morte rubi la speranza della vita proprio sul più bello, quando senti
di percorrere una vita piena.
Continuando penserei ad una vita - il sole - dove si è sempre alla
ricerca del momento non vissuto, di qualcosa che ti è sfuggito di mano e che
ora rimpiango, anche qui non piace la parola “inutili”, mi dà il senso
di piangermi addosso che non ho, direi che mi piace di più lacrime amare
o
dolci, oppure lacrime di pioggia.
Dopo darei anche speranza e farei così

“E’ rumore di crescere che fa la vita
E’ sapore dolce di vecchie canzoni
E’ un mondo perso dietro tanti ricordi
E’ un libro aperto e il vento sfoglia le pagine.”


Caspita, sei piena di lati nascosti, comunque mi piace anche se io darei
più
speranza nella vita.
voto: 8,5 ma diventa 10 se cambi qualcosa.

Marina guarda che per queste due poesie ci ho badato 1 ora, ho pesato
quasi
ogni parola, dico quello che penso.


© Copyright 2004-2011 - Tutti i diritti sono riservati.                                                                Io uso dBlog 1.4 ® Open Source PRIVACY POLICY